“Se confermata, l’esclusione del commercio su aree pubbliche dalla direttiva servizi Bolkestein sarebbe una svolta per il settore. Ora attendiamo di conoscere il testo definitivo della Legge di Bilancio che approderà oggi al Senato”.

Così Maurizio Innocenti, presidente di Anva Confesercenti, la più grande associazione italiana di imprese del commercio su aree pubbliche.

“Non essere più intrappolati nelle maglie della Bolkestein è un auspicio che avevamo abbondantemente manifestato anche nei recenti incontri con il Viceministro allo sviluppo economico Dario Galli, cui abbiamo sottolineato più volte la necessità di definire procedure chiare per porre fine alla condizione di costante incertezza che da quasi dieci anni, oramai, paralizza il commercio su aree pubbliche”.

“Una situazione di instabilità – conclude Innocenti – cui hanno contribuito le ultime leggi di Bilancio che, sempre all’ultimo minuto, ci hanno riservato novità poco piacevoli. Quest’anno gli ambulanti sperano, invece, in una bella sorpresa”.